Voci da Lucca: Devir Italia

Voci da Lucca: Devir Italia

Eccoci infine alla penultima puntata delle nostre interviste Lucchesi. Parola alla compagine Italiana della Spagnola Devir.

Ciao, e grazie per il tempo dedicato a questa piccola intervista.

Nome, Cognome, Ditta e ruolo

Luca Turchi Direttore Vendite Devir Italia srl

E’ la tua Lucca numero?

Con Devir è la mia seconda Lucca, personalmente partecipo al Lucca Comics da quando ancora non si svolgeva all’interno delle mura, praticamente senza soluzione di continuità.

Due parole sulla tua Lucca: affluenza, gioco più venduto, gioco più apprezzato durante le varie demo

14606398_1860056297559719_1748676493692119990_nSicuramente Holmes ha confermato il suo potenziale e quanto di buono visto a Essen, molto apprezzato dagli avventori al nostro stand, è stato il nostro top seller per questa Lucca. Piacevolmente sorpresi però anche da Behind The Throne, coproduzione con Ares, arrivato in fretta e furia per via aerea, dagli autori di Mysterium (Igames) ha avuto una performance veramente buona, convincendo tutti i giocatori che lo hanno provato con noi.

 

14606513_1860056334226382_8006977834503309211_nL’affluenza è stata buona quest’anno, senza un caos eccessivo, abbiamo avuto i tavoli praticamente sempre pieni, l’assenza dei grandi stand del Videogioco dislocati in padiglioni a loro riservati ci ha mostrato il reale potenziale del padiglione Games inteso come boardgames. Consapevoli della realtà dei nostri avventori, con a disposizione un numero di casual minore rispetto agli scorsi anni, abbiamo però avuto un padiglione più fruibile al pubblico, rendendolo più avvicinabile, pur con i soliti problemi di code infinite.

Cos’è migliorato rispetto le scorse edizioni?

Ogni anno Lucca Comics continua a crescere e a migliorare. Penso che nella mia risposta precedente legata alle affluenze ci sia il succo di quello che si vorrebbe da Lucca Comics. Un accessibilità migliore che permetta non solo ai veri appassionati di girare per il padiglione permettendo magari una visita e un giro in tranquillità anche a chi Lucca la visita per la prima volta, o con altri interessi. Una famiglia con bambini difficilmente farà una coda di un’ora per entrare nel nostro padiglione, dove invece noi vorremmo vedere sempre di più un pubblico non esclusivamente di “intenditori” ma di nuovi e possibili clienti.

Cos’è peggiorato? Criticità? Possibili miglioramenti?

Si può sempre migliorare, ma penso che l’organizzazione sia sulla strada giusta, e ogni anno lo dimostra, con piccoli accorgimenti per correggere le problematiche degli anni precedenti.

14590347_1860166830881999_4386292461265905049_nQualche aneddoto?

Quest’anno per la prima volta era presente Xavi Garriga il nostro editor ed è stato per lui molto produttivo fare la conoscenza dei numerosi autori italiani che sono passati al nostro stand per presentarci i loro giochi, ripeteremo questa esperienza sicuramente anche al Prossimo Play Modena.

Ogni anno Lucca Comics è piena di aneddoti e situazioni che funestano o rallegrano la settimana di kermesse, dal dimostratore malato, al cliente affezionato che ci segue di fiera in fiera, al bocchettone che per due giorni spara aria fredda sulla nostra testa ma, l’episodio che più ci è rimasto impresso è sicuramente quello dell’ultima sera, alla ricerca disperata di un ristorante (per celiaci) dopo aver dimenticato di prenotare, capitiamo alla Pecora Nera, il ristorante che ci ha riservato il miglior servizio, la maggiore attenzione in una serata convulsa, aveva offerta gluten free e posto per noi senza riserva. Dopo giorni di comprensibili servizi frettolosi e pietanze un po’ sottotono ci siamo sentiti davvero ristorati. Se avessimo avuto più giorni ci saremmo tornati tutte le sere, e se non ci siete mai stati, almeno una volta andateci.

Grazie mille per il tuo tempo!

Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: