Misantropia – Un gioco di sopravvivenza sociale

Follow Acquistalo ora
6.1

Medio

Misantropia parla di te! Si proprio te! Sei una persona media, con un lavoro medio, una vita media, fatta di soddisfazioni… medie! Ma la vita ha un sacco di novità per te, e sono quasi tutte negative. Vivi una vita piena di fobie e odio contro l’umanità, in questo divertente party game edito da Cosplayou.

Genere: Party Game, Gioco di Carte
Meccaniche:
Finzione, Programmazione di mosse
Giocatori:
2-10
Età: 14+
Durata:
45 min
Casa Editrice:
Cosplayou
Designer:
Francesco Stefanacci
Prezzo di copertina:
29,95 €

1. Il gioco

Ad inizio partita, ad ogni giocatore, viene fornita una scheda segna-pazienza, una carta lavoro e una carta Piscosi&Fobie.

Ogni giocatore, poi, dovrà scegliere e segnare col pennarello, l’azione che andrà a svolgere sul planning di inizio giornata.

In ordine cronologico, dall’azione più alta nel planning via via fino a quella inferiore, ciascun giocatore dovrà, dopo averne pagato i costi, pescare una carta della fase della giornata adeguata e subirne gli effetti, positivi o negativi che siano. La pesca della carta potrà essere modificata dall’azione scelta.

Il tabellone riscrivibile

Dopo la fase di inizio giornata ciascun giocatore recupera 3 punti pazienza e si gioca la fase di metà giornata, la quale si svolge come la prima. Allo stesso modo, dopo aver recuperato altri 3 punti pazienza si giocherà la terza e ultima fase.

In seguito ciascun giocatore potrà, se ha più di un lavoro, scambiarli nella fase di passaparola. Ultima fase prima del cambio di giorno è quella delle trattative, nella quale i giocatori potranno scambiarsi favori per aiutarsi nelle difficoltà, sulla base dei propri lavori.

Se durante la partita un giocatore arriva a 0 punti pazienza guadagna un segnalino Misantropia. I segnalini Misantropia possono essere guadagnati anche attraverso le carte.

Ogni 2 segnalini Misantropia il giocatore guadagna una nuova carta Psicosi & Fobie.

All’inizio della nuova giornata ciascun giocatore controlla i simboli presenti sulla sua carta lavoro e sulle sue eventuali carte Psicosi & Fobie, e guadagna un segnalino Misantropia per ogni Psicosi & Fobia che possiede un segnalino in comune col suo lavoro.

Dopo i giorni stabiliti dai giocatori in accordo, o sulla base del proprio numero, il gioco termina. Vince chi non ha né Fobie Né Psicosi; nel caso – molto comune – che nessuno sia sano di mente si controlla chi è un po’ più sano.

2. Riflessioni

Misantropia è un gioco volutamente particolare, come è tradizione per i giochi editi da Cosplayou. E’ un gioco adatto ad una compagnia di amici affiatati, scanzonati, che mettono il divertimento al tavolo di gioco davanti a tutto il resto, incluse meccaniche e colpi di fortuna.

Le illustrazioni di Daw seguono lo stile delle strisce che l’hanno reso famoso e sono una scelta decisamente azzeccata per i toni del gioco.

161 carte

Lo stesso regolamento segue un tono informale e narrativo, immergendo il giocatore in quello che dovrebbe essere lo stile di gioco, poche domande e tanta azione, fare cose senza chiedersi più di tanto quali saranno le conseguenze.

Certo, scegliere l’azione giusta al momento giusto potrà aiutare a vincere la partita, ma – crediamo – che lo scopo dichiarato del gioco sia divertirsi ancor prima di vincere.

3. Conclusioni

Consigliamo fortemente Misantropia a quei gruppi di giocatori che vogliono provare un’esperienza ludica che vada oltre al semplice vincere e perdere, nella quale è davvero più importante l’aver partecipato e – soprattutto – l’essersi divertiti ad interpretare fobie e paranoie che, più o meno tutti, riconosciamo nelle persone che ci circondano e, in fondo, in ciascuno di noi.

66 segnalini misantropia

4. Varie

La versione Lucca 2016 contiene 2 carte promo illustrate da Sio

Le promo di Sio

 

6.1

Medio

Giocabilità - 5
Longevità - 5
Grafica - 7
Ambientazione - 7
Regolamento - 6
Materiali - 6.5
Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Lost Password

Sign Up