Jewels

Follow Acquistalo ora
6.8

Medio

Carte, soldi e playmat per questo italianissimo gioco.

In Jewels dovrete diventare il mercanti più ricco delle 7 città!

Genere: Commercio
Meccaniche:
Asta, Collezione di Set
Giocatori:
2-5
Età: 8+
Durata:
30-60 min
Casa Editrice:
Cosplayou
Designer:
 Omar Khmayes
Prezzo di copertina:
29,89

1. Il gioco

jewels-gioielliereScopo del gioco è essere, a fine partita, il mercante più ricco. Per guadagnare soldi i giocatori devono vendere Gemme e Gioielli.

Il gioco è strutturato in turni, i quali a loro volta sono divisi in round; quando tutti i giocatori hanno terminato i propri round, il turno termina.

Il set-up del gioco, grazie anche al playmat, è molto rapido: le carte sono piazzate in due righe, una per i Personaggi e l’altra per le Gemme; per un totale di 7 colonne. Ciascuna colonna rappresenta una città.

Nel proprio round, un giocatore può compiere 3 azioni, scegliendole in una lista di 6 possibili:

  1. Viaggiare verso una città, pagando Monete pari al numero di colonne viaggiate -1
  2. Acquistare Gemme o oro ed aggiungerle alla propria mano
  3. Forgiare Gioielli o Gemme , cioè giocare carte dalla propria mano come singole (gemme) o come combinazioni (gioielli)
  4. Interagire coi personaggi (Acquirenti: vendere gemme o gioielli, guadagnando monete; Mecenari e mostri: interagendo come descritto nelle varie carte)
  5. Riempire gli slot carte della propria colonna
  6. Guadagnare una moneta

jewels-filone-fortunatoAll’inizio di ciascun turno, si tira un dado per vedere e si attiva un evento, poi le città vengono rifornite di Personaggi e Gemme. Il gioco termina se una città non può essere rifornita.

Chi possiede più monete vince

 

 

 

2. Riflessioni

Che tipo di gioco è Jewel? Entry-level? per tutti? Per esperti?

jewels-playmatAprendo la scatola si viene colpiti subito dal Playmat presente. Questo tappetino anti scivolo rappresenta la plancia di gioco a tutti gli effetti. Anche se è possibilissimo giocare senza, il Playmat da quel valore aggiunto, quel senso di cura verso i giocatori, che rendono il feeling di Jewels sicuramente apprezzato dal giocatore esperto. Al contempo, strizza indubbiamente l’occhio verso il giocatore di Carte Collezionabili, che ha un’ottima familiarità con questo oggetto.
D’altra parte troviamo anche 5 meeple di legno, nei classici colori, che vanno a colpire la familiarità del giocatore in scatola medio.
Aggiungiamo un bel dado a 8 facce da Gioco di Ruolo e abbiamo coperto tutte le categorie Gamers.

Ci troviamo di fronte ad un gioco, quindi, studiato per “colpire” i giocatori, indipendentemente dalla provenienza ludica.

Il gioco in sé, invece, ci parla di un gioco leggero, semplice ma non per questo banale, regolato sotto molti aspetti dalla fortuna, all’interno della quale il giocatore è chiamato a scegliere la strategia migliore sulla base di ciò che offre il tabellone di gioco in quel momento.

Jewels è il gioco adatto per chi è di mentalità molto aperta e vuole una sfida nella quale chi è il giocatore maggiormente adattabile spesso vince.

Non è un German, e credo che non debba essere affrontato come tale. La fortuna, in questo caso, non deve essere presa come difetto del gioco ma come sfida. Tanti fattori possono demolire la tua strategia, a quel punto o ti adatti o perdi; forse è questa la vera sfida che ci propone Jewels.

3. Conclusioni

jewels-partitaSinceramente Jewels mi diverte e lo gioco volentieri, tenendo sempre a mente la sua essenza principale: una buona oretta nella quale ciascun giocatore cercherà di fare tutto ciò che è in sua facoltà tentare prima che l’alea cancelli la strategia impostata.

 

4. Varie

jewels-ricettatoreQuesta recensione attende da diverso tempo… Il motivo principale risiede nel fatto che dovevo ben masticare il gioco per capirne la sfida insita. Il vedere l’alea come sfida e non come difetto non è una cosa banale, e mi ha richiesto diverse partite.

Sempre parlando di alea, mi si è rotta la macchina fotografica quindi ho dovuto farmi “prestare” le immagini dal buon Francesco di geek.pizza, un ottimo blog che vi consiglio di seguire e che, ovviamente, trovate sulla nostra APP.

Good

  • Il playmat
  • Semplice da imparare
  • Un buon introduttivo
  • Ho detto il playmat?

Bad

  • Alta casualità rispetto alla tipologia di gioco
  • Può capitare che gli eventi non entrino in gioco
6.8

Medio

Giocabilità - 6.5
Longevità - 6.5
Grafica - 6.5
Ambientazione - 6.5
Regolamento - 6.5
Materiali - 8
Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Lost Password

Sign Up