Codenames

Codenames

Un gioco della durata di 15 minuti per 2-8+ giocatori dai 14 anni in su, di Vlaada Chvátil; Edito da Czech Games Edition e da Cranio Creations

Le Regole in breve

Gioco a squadre il cui scopo è trovare, tra 25 diverse possibilità, gli agenti segreti del proprio team. Ogni squadra ha un “capitano” – chiamato Spymaster” –  il quale dovrà identificare gli agenti segreti della propria squadra (indicati su di una carta condivisa tra i vari Spymaster) usando solo un indizio così formulato: Parola:Numero. In questo modo gli altri componenti della squadra (field operatives) potranno sapere quanti agenti, identificati dal numero, corrispondono alla parola detta dallo Spymaster. Vince chi rivela per primo tutti gli agenti della propria squadra. I giocatori devono fare attenzione all’assassino, il quale, se rivelato, farà terminare immediatamente la partita decretando la vittoria della squadra avversaria.

La nostra esperienza

N° di partite giocate: 2 – con la copia fornita da Czech Games Edition
Tempo comprensione regole: 10 min
Durata media partita/giocatori: 4 min a giocatore

Abbiamo provato il gioco col numero minimo di persone (4). Le regole del gioco sono chiare schematiche e sono state facilmente apprese dal gruppo. Si tratta di un partygame che fa egregiamente il suo lavoro, a squadre alternate i giocatori interagiscono per risolvere l’enigma delle spie. L’alto numero delle carte nome in codice e la grande varietà delle minimappe permette di giocare partite sempre diverse. Ritengo che il gioco sia giocabile dagli 8 anni. A differenza di molti party games Codenames è godibilissimo già dal numero minimo di persone (4). Nelle regole ci sono anche le varianti per 2-3 persone, ma convincono poco.
I materiali del gioco sono nella media della qualità che ci ha abituato la casa editrice Ceca. A differenza di molti altri giochi non troverete cubetti luccicanti, ma cartone e dadi. La grafica è semplice ma curata.

Pregio

Il pregio più grande del gioco è la difficile ripetitibilità delle partite.

Difetto

Il gioco è strettamente legato alla lingua. Giocare con le carte inglesi parlando in italiano, ad esempio, limita moltissimo l’esperienza di gioco in quanto si perdono molti giochi di parole.

Ti è piaciuto?

Acquista Giochi Cranio Creations su Amazon.it

 Il Grafico

20151020082608

Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: