Anteprima: Metras di Eletria Games

Anteprima: Metras di Eletria Games

Scroll for the English version

In queste settimane ho avuto il modo di provare Metras, il gioco di lancio di Eletria Games. Lo chiamo gioco di lancio perché, il loro gioco d’esordio – Nadaras – non è ancora stato pubblicato anche se è già stato mostrato a varie manifestazioni.

I ragazzi di Eletria, in questo ultimo periodo, hanno girato moltissime associazioni ludiche del nord Italia tra le quali Amici Ludici, associazione della quale faccio parte.

Evidentemente gli siamo piaciuti, infatti sono tornati a trovarci durante IDEAG Mantova 2017, la manifestazione per prototipi legata a IDEAG.

Dopo IDEAG, ho avuto la fortuna di avere tra le mani uno dei prototipi per alcuni giorni e di averlo così provato e riprovato in più contesti.

Cos’è Metras

Le regole ci dicono che Metras è un gioco per 3-4 giocatori della durata approssimativa di 15 minuti per giocatore. In Metras interpreti il capo famiglia di una nobile casata che vuole a tutti i costi guadagnarsi il favore dell’imperatore di Metras.

Per raggiungere l’obiettivo i giocatori dovranno agire su quattro aree di influenza: Corte, Missioni, Intrigo e Ricchezza. Aumentando i propri valori in queste quattro aree, i giocatori potranno raggiungere il proprio obiettivo.

All’inizio del proprio turno ciascun giocatore, in senso orario, dovrà selezionare una delle carte disponibili usando un servitore; in seguito ne selezionerà un secondo partendo dall’ultimo giocatore e andando in senso anti orario. Per conquistare una carta il giocatore dovrà vincere un’asta.

Le carte azione hanno due campi, il primo indica quale area di influenza tratta, il secondo l’effetto da applicare.

Le carte corte danno semplicemente punti vittoria.

Le carte intrigo, invece, permettono di danneggiare gli avversari rubando punti vittoria, rubando token alleati o facendoli scartare.

Le carte missione permettono di avere un moltiplicatore al proprio valore di esplorazione al fine di conquistare i punti vittoria presenti sulle carte missione presenti al centro del tavolo.
Le carte missione vengono girate all’inizio del turno di gioco, facendo così anche da segna turni.

Le carte ricchezza permettono di risistemare i servitori attorno alla propria plancia, o di pescare nuovi alleati dal sacchetto.

I servitori sono una delle cose più innovative di Metras. Vanno disposti attorno alla propria plancia di gioco e modificano, in base alla propria posizione, i valori della nostra influenza nei 4 campi.

Funziona?

Decisamente si! Il gioco è snello e facile da capire. Nonostante l’argomento non siamo di fronte ad un gioco troppo complesso ma, al contempo, neanche ad un gioco banale!

Capire la giusta strategia, evitare che un giocatore domini completamente una delle quattro aree di influenza sono solo gli ingredienti iniziali per potersi godere il gioco.

Una grafica accattivante e chiara accompagna questo gioco al quale, auguriamo, un ottimo successo su kickstarter (qui potete vedere la campagna).

!!!ENGLISH VERSION!!!

During the last weeks I had the opportunity to try Metras, the launch game of Eletria Games. I call it launch game because their debut game – Nadaras – hasn’t been published yet although it’s already been presented in several events.

The guys at Eletria have been visiting many gaming groups and associations, like Amici Ludici, I’m part of, to present their latest creation.

They must have liked us as, in fact, they returned for IDEAG Mantova 2017, a convention dedicated to presenting prototypes.

After IDEAG, I was lucky enough to get my hands on one of the prototypes for few days and have the chance to play it through several times.

What’s Metras?

From the rules: Metras is a game for 3-4 players lasting about 15 minutes per player. In Metras the player becomes the head of noble family who wants to win the favor of Emperor of Metras at all costs.

To achieve the goal, players must focus on four areas of influence: Fame, Exploration, Intrigue, and Wealth. By increasing their power values ​​in these four areas, players will be able to achieve their objective.

At the beginning of a player’s turn, clockwise, they have to select one of the available action cards but to actually obtain it they must win an auction.

The action cards are divided into two areas, one indicates which aspect of your family it interacts with and the other describe the effect it determines.

The Fame cards provide straightforwardly victory points.

Intrigue cards allow the player to interfere with their opponents, stealing victory points and allies or even making they discard allies.

Mission cards determine how easily you can attain the reward for completing the mission and the entity of the reward itself. The mission cards are revealed at the beginning of each turn acting as a turn marker.

Wealth cards are necessary to reassign you resources to a different area of influence or to recruit new allies from the reserve.

Allies and servants are one of the most innovative aspects of Metras. The player places them around their player sheet, and according to the placement allies provide a different contribution to each of the 4 areas of influence.

Does it work?

Absolutely yes! The game is lean and easy to learn. Do not be discouraged by the setting as the game isn’t too complex but it’s hard to master!

Understanding the right strategy and avoiding that one player dominates the entirely one of the four areas of influence are just some of the initial ingredients to enjoy the game.

The graphics are captivating and understandable. We wish this game the best of luck on Kickstarter (here you can find a link to the campaign).

Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: