Anteprima: Hawat GdR

Anteprima: Hawat GdR

Luca de Marini di Acchiappasogni, ci mostra in anteprima la prossima creazione di Andrea Carbone, pronta giusto per PLAY 2017!

Hawat è un gioco di ruolo dall’ambientazione post-apocalittica, con rimandi alla fantascienza e al survival horror. Nei panni di creature dalla forza sovrumana, dovrete compiere missioni in una terra che è stata devastata dalla guerra e in cui nuove forme di vita stanno per prendere il sopravvento. Dovrete collaborare con i vostri compagni, supportarvi a vicenda e prendere decisioni difficili. Sarete abbastanza forti e coraggiosi?

CENNI SULL’AMBIENTAZIONE
Sono passati dieci anni dall’ultima guerra, quella che è stata definita ” la guerra di nessuno “. Il 10 Dicembre del 2202 alcune esplosioni in diverse parti del globo rilasciarono nubi tossiche che nel giro di pochi mesi coprirono la nostra atmosfera, andando ad agire sul microclima e scatenando una serie di reazioni fisiche negli strati più bassi dell’atmosfera terrestre. Fisiche, ma anche politiche, dato che i governi incolpandosi a vicenda, ingaggiarono una guerra nucleare senza pari che andò solo a concludere la devastazione sul suolo terrestre. Terra e aria non sarebbero mai state più come prima e a noi non ci rimase che rifugiarci nel sottosuolo .
Pensavamo che le cose sarebbero tornate alla normalità nel giro di qualche anno, ma non fu così. Metà delle specie animali si sono estinte, la popolazione mondiale si è ridotta della metà e i pochi superstiti si sono radunati in città sotterranee . Alcune di queste maestose e tecnologiche, altre poco più che fogne adibite alla mera sopravvivenza. Il resto… non ne parliamo. Altri, molti altri, sono invece rimasti all’esterno. C’è chi lo ha fatto per scelta personale, ma la maggior parte perchè costretta. Non c’era spazio per tutti nel sottosuolo, semplice. Dire che adesso sono incazzati, è poco. Ma ce lo meritiamo, meritiamo il loro odio.
L’economia è crollata, le comunicazioni rese difficoltose, i maggiori capi di stato decaduti a favore di organizzazioni sociali o terroristiche che di volta in volta si avvicendano per fare i propri interessi.
Mentre nel sottosuolo si cerca di ricominciare da capo, nella terra abbandonata e devastata qualcosa inizia a strisciare fuori dal brodo chimico primordiale creato dall’uomo stesso. Nuove specie di parassiti si sono evoluti con una rapidità sorprendente, divenendo sensienti e assalendo ogni altra forma di essere vivente per assimilarlo e sfruttarlo per continuare ad accrescersi ed evolversi in nuove e spaventose aberrazioni.
La loro capacità di sopravvivere all’aria aperta gli ha donato un vantaggio nei nostri confronti. Facciamo sempre più fatica a contenere le incursioni e le razzie di tali esseri. Le risorse nascoste nelle principali città diventano sempre meno accessibili e i tentavi di rifornimento sempre più rischiosi.
Fortunatamente l’alto livello di tecnologia raggiunto dall’uomo fino a questo momento, ha fatto sì che nuove armi potessero essere sviluppate per contrastare tali esseri e tutte le altre aberrazioni dell’esterno.
Gli ingegneri genetici hanno messo a punto dei corpi ibridi, con tessuti “sintorganici” in grado di poter sopravvivere all’ambiente esterno.
L’unico loro limite era il cervello, organo non in grado di essere replicato e soggetto a disfunzioni che rendevano tali esseri impossibili da gestire in modo sicuro.
Alcuni individui, soprattutto soldati, sono stati scelti e reclutati per controllare a distanza questi corpi tramite una connessione neurale che gli permette di ottenerne il pieno controllo e quindi compiere missioni là dove i fragili corpi degli uomini non sarebbero riusciti ad arrivare.
Li chiamano Avatar, esseri dotati di forza e resistenza superiori alla norma, generati geneticamente sfruttando tecniche di ricombinazione del DNA umano associato a quello di animali le cui caratteristiche vengono sfruttate a proprio vantaggio, dall’agilità dei felini alla corazza dell’elefante, con pressochè infinite capacità di utilizzo.

SCEGLI LA TUA FAZIONE
Prima di immergervi in questo mondo fatto di orrori apocalittici, dovrete scegliere in accordo alla Guida e al resto del party, la fazione di appartenenza, tra le tre disponibili:

Hawat Corporation:

Prima della guerra era conosciuta come una multinazionale volta alla ricerca di nuove tecnologie. Dopo la Guerra divenne qualcosa di più, in modo del tutto nuovo e inatteso. E fu in particolare grazie agli Avatar che divenne ben presto la corporazione più presente in scala mondiale. I suoi corpi erano perfetti per svolgere missioni in esterna, essendo dotati di una resistenza e una forza fuori dal comune. Gli scontri con i razziatori e con i parassiti non furono più un problema.

Oggi rappresenta la maggiore potenza sotterranea della società. Disseminata su ogni continente, ha preso il posto di molti governi e gestisce commerci e ricostruzioni su larga scala.

L’HAWAT non è stata tuttavia esente da critiche, in particolare per il modo in cui è strutturata, ossia con una gerarchia inizialmente presidenziale e man mano divenuta di tipo militare.

Ogni laboratorio è presidiato da un tenente al quale devono sottostare operai, medici, tecnici e biologi. Al di sopra dei tenenti, dieci Capitani gestiscono territorialmente le zone, avendo agganci in quasi ogni nazione abitata, fatta eccezione per le zone selvagge dove l’uomo ha perso il diritto di comandare.

Far parte dell’Hawat significa accettare le regole della corporazione, che sebbene sia dedita alla ricostruzione della società, non di rado si affida alle maniere forti per asfaltare qualsiasi ostacolo le si presenti davanti.
Ribelli

Sebbene l’Hawat corporation sia una delle principali fondamenta della civiltà moderna, c’è chi ritiene che non sia tutto oro quel che luccica. Numerose correnti di pensiero sostengono la cattiva fede della corporazione, il cui scopo non sarebbe semplicemente quello di compiere ricerca scientifica per aiutare la popolazione, bensì di acquisire sempre più fondi e potere, in modo da poter avere in mano la gestione totale delle risorse mondiali e divenire praticamente incontrastabile: nonostante sia una delle principali potenze mondiali, si può dire infatti che abbia scarso o nullo controllo sulla nuova civiltà nata all’esterno.

Queste e altre motivazioni anche più gravi, che la vedono implicata nella genesi della guerra stessa, hanno spinto numerosi individui ad abbandonare la corporazione per lottare contro di essa, al fine di smascherarla dinanzi l’opinione pubblica.

Li hanno chiamati i Ribelli. Si narrano vicende su una squadra di soldati Avatar che venuti a conoscenza della verità, decisero di abbandonare i propri corpi umani per trasferirsi definitivamente nei corpi geneticamente creati dalla corporazione. Con l’ausilio di conoscenze informatiche e ingegneristiche, riuscirono a fondare una piccola comunità segreta che col tempo si espanse sempre di più. Inizialmente si dedicavano a semplice propaganda, trasmettendo messaggi alle città sotterranee che poco potevano fare dinanzi le abilità degli hacker, ma col tempo la ribellione si spinse su strade sempre più pericolose. Sabotaggi, rapimenti, incursioni e attentati volti a minare la sicurezza tanto esaltata, a rubare risorse e segreti custoditi gelosamente, fino a diventare la minaccia numero uno per i corporati.

Oggi vivono all’esterno, tra le macerie della civiltà, in rifugi segreti e inaccessibili. La tecnologia avatar ormai rubata da anni, gli permette di calcare il suolo contaminato senza problemi e le loro fila si riempiono ogni giorno di più di ex scienziati della corporazione che decidono di rinnegarla per unirsi a loro. Grazie a loro e all’appoggio dei razziatori che vengono pagati profumatamente per coprirli, sono riusciti a creare un’organizzazione talmente potente da essere ormai insinuata in qualsiasi contesto geografico.

A seguito delle guerre chimiche, gran parte dell’umanità scelse di rifugiarsi nel sottosuolo e lì iniziare una nuova vita.

Non tutti però furono d’accordo e alcuni uomini decisero, caparbiamente, di restare in superficie per non abbandonare la propria terra. A questa spiegazione ufficiale, è da aggiungere il fatto che nel sottosuolo non c’era abbastanza spazio per accogliere tutti. Aggirarono i pericolosi gas mortali con l’ausilio di maschere e protezioni, ma ciò non durò a lungo e gli effetti delle sostanze chimiche iniziarono a farsi sentire nel giro di pochi anni, facendo avverare ciò che gli esperti avevano previsto. Difetti genetici, cuti ustionate, patologie incurabili e sfiguranti, hanno reso gli uomini di superficie un grave peso per la società.

Dapprima si provò a curarli facendoli entrare nelle città del sottosuolo; ma ben presto i governi dei paesi, già in gravi difficoltà economiche, iniziarono ad adottare una politica volta alla loro esclusione dalle spese pubbliche. In un processo graduale che iniziò col proibirgli cure mediche, si arrivò a impedirgli l’accesso nel sottosuolo, confinandoli in superficie, lì dove avevano deciso di restare.

A nulla sono valse le proteste di questi o dei loro figli che non hanno avuto colpe per la scellerata decisione: chiunque sia stato a contatto con i melliflui agenti contaminanti esterni, non può far parte della società civilizzata. A causa di questa scelta, questi uomini sono così divenuti i Razziatori . Senza possibilità di autosostenersi, hanno fatto delle razzie la loro principale fonte di sostentamento.

È possibile trovarli come gruppi di nomadi in viaggio con grandi carovane per le città degli stati alla ricerca di nuove cittadine “vergini”, oppure come gruppi stanziati in quartieri o intere città, formando semplici forme di società dove vige la legge del più forte.

Nutrono un profondo odio verso gli uomini del sottosuolo, che vedono come esseri privilegiati, tuttavia hanno anche imparato a mediare con questi per ottenere in cambio viveri e beni di prima necessità che non si possono trovare in superficie.

La presenza delle sostanze chimiche nell’aria li ha lentamente trasformati, rendendoli storpi e malati. Alcuni anche sfigurati o con menomazioni genetiche, altri particolarmente temibili per via della loro natura selvaggia che li ha portati a dover affrontare insidie di ogni tipo. La loro vita media è attualmente di 30 anni e chi li incontra farà bene a tenersi alla larga da loro, specie se in gruppo. Infatti singolarmente sono creature poco temibili che tenderanno a fuggire, ma in gruppo diventano sadici e spietati, specie con chi è diverso da loro.

CHE MONDO CI ASPETTA?

Ribelli, Razziatori, Corporati, sono solo una piccola parte dell’ecosistema malsano che si è venuto a creare dove un tempo esisteva la civiltà. Nuove forme di vita aberranti hanno visto una genesi improbabile, nuove tipologie di pensiero che avreste faticato anche solo a concepire hanno iniziato a strisciare tra le menti del popolo in rovina, il tutto condito da agenti atmosferici che riducono drasticamente le probabilità di sopravvivenza.

I Parassiti sono comparsi sulla terra qualche anno dopo la guerra silenziosa, dapprima come forme molto semplici, in seguito però evolvendosi verso qualcosa di difficile comprensione.

Ciò che si sa sul loro conto è che possiedono la stessa struttura di base dei comuni agenti parassitari presenti nel pianeta prima della guerra: qualcosa nel loro DNA ha però fatto sì che tale struttura fosse dotata di estrema versatilità e incredibili potenzialità evolutive. Questi esseri hanno accresciuto la loro mole per adattarsi all’ambiente urbano, divenendo onnivori e talvolta in grado di elaborare pensieri o provare sensazioni, da come si è potuto constatare in diversi studi.

Si annoverano esemplari di pochi millimetri in grado di penetrare la cute dell’ospite e infettarlo senza che se ne renda conto, altri grandi quanto un essere umano, altri ancora di dimensioni inconcepibili che hanno fatto tornare di moda il termine KAIJU.

Ci sono poi i Degeneri . Sebbene la tecnologia Avatar sia ormai di dominio pubblico e di tecnici in grado di utilizzarla se ne trovino a dozzine sia dentro che fuori le città, è pur vero che questi corpi sono soggetti a malfunzionamenti di natura diversa. Alcuni legati all’usura – si dice che dopo un certo numero di utilizzi, il cervello vada in pappa – altri a difetti di fabbricazione. Altri ancora, volontariamente indotti per gli scopi più disparati, da sabotaggi a estorsioni.

Qualunque sia il malfunzionamento, c’è un effetto comune a molti avatar, temuto anche più della morte: la perdita del controllo. I piloti entrano in uno stato di coma irreversibile e l’animale prende il sopravvento sulla razionalità, inducendolo a comportarsi in modi estremamente istintivi.

Esistono vari gradi di perdita di controllo, da lievi malfunzionamenti a completa assenza di ragione, il che ha portato, con gli anni, alla perdita di diversi avatar che sfuggendo alle regole imposte dalla missione e agli stessi controlli remoti, intraprendono una vita allo stato brado, inselvatichiti e divenuti vere e proprie mostruosità incapaci di controllarsi. La rabbia li contraddistingue.

Ma l’uomo non è stato da meno. La fine della civiltà ha sancito l’inizio di un’epoca in cui culti e fazioni di ogni tipo si avvicendano per promuovere la propria legge sugli altri. Molti hanno vita breve, altri attecchiscono facendo leva sugli impulsi umani più atavici come la paura e la speranza.

Tra questi ricordiamo le Teste Rosse .
Quando i primi parassiti iniziarono ad apparire sul suolo terrestre, ci fu chi li considerò solo un momentaneo effetto collaterale delle esalazioni chimiche. Sarebbe bastata un’opera di bonifica per toglierseli dai piedi. Non avevano però fatto i conti con coloro i quali scorsero in questi esseri mostruosi una nuova ragione di vita.

Nessuno sa come sia iniziato, ma si narra di un gruppo di esseri umani rimasti in superficie che iniziò con lo studiare le grosse mosche testa rossa, uno dei primi parassiti apparsi: erano affamate e violente, succhiavano il sangue da prede di qualsiasi dimensione e col tempo si accrebbero trasformandosi in mostruosità ben peggiori.

Questi uomini, spinti da curiosità, furono indirizzati verso il culto di questa nuova forma di vita. Forse un leader gettò per primo le basi, o forse fu una psicosi di massa legata al trauma della fine del mondo, in ogni caso nel giro di pochi anni il gruppo iniziò a crescere, assumendo sempre nuovi adepti che a loro volta disseminarono il verbo in altre zone del globo.

Il credo più intimo di questa gente risiede nella futura unione tra uomo e parassita. L’uomo, per loro, ha da sempre rappresentato una forma di parassitismo nei confronti della terra che lo ospita. I nuovi esseri non sono altro che l’ennesima forma di parassita che presto soppianterà l’uomo. Ma questo, dotato di intelligenza, anziché soccombere, potrà unirsi a loro e salire insieme l’ultimo gradino della scala evolutiva.

Accenniamo infine ai Figli di Muspel , che citando le leggende dei loro discendenti nordici brindano alla fine del mondo come un evento da accogliere e anzi, perpretare fino al suo ultimo compimento, senza dimenticarci dell’ Ira di Sekhmet : queste donne, ribellatesi dall’oppressione dell’uomo, hanno fondato un gruppo che promulga la libertà e condanna ogni forma di schiavitù (in quest’epoca tristemente tornata in auge), in particolare riferimento a quelle classi sociali deboli vittime di oppressioni.

CENNI SUL REGOLAMENTO CREAZIONE DEL PERSONAGGIO

I giocatori interpretano gli Avatar , i corpi generati geneticamente e che possiedono DNA umano e animale mescolato in un mix letale e sovrumano.
Come prima cosa ogni giocatore dovrà scegliere una razza di Avatar tra quelle disponibili, ossia: Felidae, Rapax, Canidae, Pachydermata, Insecta e Reptilia.

Ciascuna razza possiede a sua volta diversi tratti razziali che andranno a definire con più precisione la sua figura. Un Reptilia potrà infatti scegliere se avere la pelle camaleontica o la sinuosità del serpente, mentre un Pachydermata potrà scegliere tra la stazza di un elefante o il corno di un rinoceronte, e così via.

Una volta stabilite le basi, si passerà ad assegnare le caratteristiche, cioè Attacco , Difesa , Punti Vita ed OST (Overdrive Safety Threshold), che rappresentano le basi su cui si fonda il regolamento.

Non resterà che assegnare gli addestramenti , ossia i campi su cui gli Avatar saranno più esperti. I soldati possono infatti essere addestrati in meccanica, elettronica, combattimento corpo a corpo o all’uso di armi avanzate come fucili di precisione, granate e molti altri ancora, il che darà accesso ad equipaggiamenti specifici.

Infine, si dovranno assegnare le Tecniche di Overdrive : sono combinazioni di mosse particolarmente letali, a uso limitato, che rendono gli Avatar dei temibili combattenti in grado di piegare anche il nemico più pericoloso.

CARICHE DI OVERDRIVE

L’Overdrive è quella forza proveniente dall’uomo, che spinge l’Avatar ai massimi della sua potenza, facendogli superare i limiti fisici. Ogni uomo che riversa la propria coscienza dentro il corpo dell’Avatar dovrà gestirlo tramite la sua forza di volontà, anche a grandi distanze. Tale forza mentale viene convertita in impulsi ormonali ed elettrici che stimolano l’Avatar a dare tutto se stesso per lo scontro.

Per questo motivo le principali azioni degli avatar, come ad esempio le Tecniche Overdrive che utilizzerà in combattimento, comportano un accumulo di Cariche.
Ipoteticamente non c’è limite a quello che l’Avatar può fare, eppure quando l’Overdrive si accumula in eccesso, il legame tra Uomo e Avatar inizia a farsi più labile, col rischio di essere spezzato. Inizialmente si manifesterà con semplice rabbia che porterà l’Avatar a essere più combattivo, ma se alla cosa non viene posta una fine e si continua ad accumularla, l’Avatar può slegarsi dal controllo mentale e diventare una bestia di puro istinto e ferocia che dovrà sfogare in qualsiasi modo i suoi impulsi, persino sui compagni di squadra.

Gli scienziati della corporazione sono tuttavia riusciti a studiare dei meccanismi per permettere di ridurre questi difetti, come gli scaricamenti di Overdrive tra vari Avatar, che in qualche modo riescono a condividere il flusso energetico, permettendo di aiutarsi a vicenda per non cedere alla furia animale, oppure iniezioni di calmanti che al momento giusto permettono di rilasciare le cariche accumulate.

COMBATTIMENTO

Con questo regolamento stiamo puntando a ottenere un sistema di combattimento che premi non solo l’interpretazione o la costruzione del personaggio, ma soprattutto la visione cinematografica delle scene, l’inventiva dei giocatori nel descrivere le loro azioni.

Vi siete stancati dei tiri infiniti di dadi dove a contare è solo la fortuna associata alla meccanica? Con questo sistema la meccanica di gioco e la fortuna si piegano a favore della fantasia.

Per portare a compimento un attacco a un avversario, bisognerà valutare il proprio valore di Attacco e confrontarlo con la Difesa del nemico: superandola, si applica un danno a quest’ultimo e i suoi Punti Vita scenderanno di un ammontare.
Questa è ovviamente solo la base di partenza, sulla quale sono poi costruite le altre regole per rendere tutto molto più imprevedibile e avvincente.

Prendiamo ad esempio i Dadi Bonus: ogni qual volta si effettua un attacco, si associa sempre un dado a sei facce, sia per l’attaccante, che per il difensore, da sommare al proprio valore. E’ possibile aggiungere più di un dado, in modo da incrementare la possibilità di riuscita. Come? Semplicemente andando a sfruttare ogni cosa possibile e immaginabile. Il vostro Avatar è addestrato con le lame? Il terreno sotto il vostro nemico è scivoloso? Ha una ferita che sta sanguinando? Ogni cosa può essere un’arma a vostro vantaggio che vi permetterà di portare a segno colpi più efficaci.

Oltre all’attacco base sarà possibile sfruttare la propria azione per aiutare gli altri o prepararsi alla prossima mossa avvantaggiandosi, mentre quelli che difendono possono scegliere se di volta in volta limitarsi a effettuare una difesa o un contrattacco.

LE TECNICHE OVERDRIVE

Come abbiamo accennato prima, le Tecniche rappresentano delle mosse speciali dei nostri Avatar, il cui scopo primario è quello di mettere in difficoltà il nemico applicandogli alcune Condizioni negative, oppure ottenere dei vantaggi personali. In entrambi i casi chiameremo queste caratteristiche Status. Ne abbiamo 15 e ciascuno di essi comporta una specifica conseguenza, come ad esempio lo Status “Bloccato” che impedisce al nemico di spostarsi, “Avvelenato” che gli fa perdere Punti Vita a ogni round, “Indifeso” che lo espone agli attacchi, e molti altri.

Le Tecniche servono dunque ad applicare uno o più status in combinazioni. Se usate in sinergia con gli altri membri della squadra, permetteranno di rendere un nemico inabile in modo da sopraffarlo più agilmente.
Occhio però, anche voi potreste essere vittima della stessa sorte se non giocate bene le vostre carte!

SUPERARE OSTACOLI

Cosa accade al di fuori del combattimento, se gli Avatar tentano di effettuare un’azione particolarmente complessa, come ad esempio cercare di scassinare una porta o disinnescare una bomba? La Guida deciderà di volta in volta se sarà il caso di effettuare un test per valutare l’esito del tentativo, usando un dado a sei facce.

Ogni numero rappresenta un esito diverso: con 1 si ottiene ad esempio un fallimento associato a una complicazione, mentre con 6 una riuscita associata a un beneficio aggiuntivo. Ogni valore avrà un suo significato e permetterà alla Guida di descrivere l’esito della vostra azione.

Anche qua sarà possibile incrementare le possibilità di riuscita sfruttando le capacità in vostro possesso o gli elementi dell’ambientazione, così da aumentare il pool di dadi da tirare e scegliere il risultato migliore.

ADDESTRAMENTI E ARMI

Ogni Avatar inizierà con alcuni addestramenti e altri ne otterrà durante la campagna. Questi permettono di avere accesso a conoscenze militari e scientifiche che vi permetteranno di essere imbattibili in missione. Ad esempio le conoscenze avanzate di biologia vi permettono di lottare meglio contro i Parassiti, mentre quelle nelle armi bianche vi renderanno degli assassini letali.

Abbiamo 21 addestramenti base e ciascuno di essi potrà essere sviluppato con Addestramenti Avanzati in modo da migliorarne le conoscenze per diventare sempre più esperti e avere quindi accesso a nuovi tipi di armi e stili di combattimento.
Le armi sono infatti un punto molto importante da valutare. Al di là della loro scarsa reperibilità, solo chi possiede addestramenti adeguati potrà sfruttarne a pieno tutte le potenzialità. Da ciò deriva che un Avatar esperto con i coltelli potrà essere più pericoloso di un Avatar che cerca di usare una pistola senza però conoscerne il funzionamento.

Oltre alle armi classiche troverete diversi oggetti che saranno estremamente utili in missione, come ad esempio fiale di adrenalina, razioni di sostentamento e calmanti di vario tipo per ridurre l’Overdrive accumulato in eccesso.

Infine, a determinati punti della vostra campagna, potrete ottenere gli Upgrade. Si tratta solitamente di innesti meccanici o cibernetici che vi renderanno ancora più letali di quanto non lo siate già: visori retinici notturni, sensori olfattivi avanzati, artigli retrattili e armi innestate, sono solo alcune delle chicche che vi aspettano se farete contenti i vostri superiori.

Le immagini sono di Aiduzzi

Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: